Vai ai contenuti

Menu principale:

Username :
Password :
Registrati


Sosta a tempo.
Immagine
28 Maggio 2016

Anche a Modugno arriva la sosta a tempo.
Parte in via sperimentale lungo i principali assi viari del centro cittadino, la sosta a disco orario dalle 08,00 alle 21,00 di tutti i giorni feriali.
La sosta è consentita per un massimo di un'ora (60 minuti) all'automobilista che apponga ben in vista il dispositivo che indica l'orario di arrivo. La sosta resta libera dalle 21,00 alle 08,00 del giorno successivo, ed in nei giorni festivi.

La sosta regolamentata a disco orario, ha lo scopo di aumentare le possibilità di usufruire delle aree di sosta favorendo un veloce ricambio dell'utilizzo dei parcheggi da parte degli utenti in alternativa ai “parcheggi personali”.
Tale soluzione, assunta anche alla luce delle necessità indotte dall'apertura dei cantieri di riqualificazione urbana, rappresenta comunque un rimedio temporaneo nelle more che si giunga ad una risoluzione complessiva del problema strutturale della carenza di parcheggi.

La Polizia Municipale sta operando, a scopo preventivo, nelle zone a disco orario, una azione di sensibilizzazione ed informazione nei confronti degli automobilisti tramite un volantino esplicativo per gli utenti, apposto sul parabrezza delle auto.

Le zone di nuova istituzione della sosta a disco orario sono le seguenti:

1) Piazza Plebiscito (lato ex Omni);
2) Corso Vittorio Emanuele (tratto da piazza Plebiscito a via XX Settembre);
3) Piazza Garibaldi (tratto da via XX Settembre a via Milano);
4) Piazza Garibaldi (tratto da via Bitonto a via V. Pascale, lato destro del senso di marcia);
5) Piazza Garibaldi (tratto da via Bitonto a fino a dopo il Cisternone, lato sinistro del senso di marcia);
6) Piazza Garibaldi (tratto da corso Umberto I° in direzione corso Vittorio Emanuele, lato sinistro del senso di marcia).

Al di là della disincentivazione dell’uso dell’auto per brevi distanze, rimane il problema di fornire una alternativa per parcheggiare comunque in un’area attrezzata.
Spazi potenzialmente disponibili a realizzare aree di sosta idonee non ci sono e quindi le difficoltà di soluzione rimangono.

di Filippo Infascelli


Visitato : 1000
HomePage


Condividi

Lascia in commento

L'indirizzo email che inserirai non verrà pubblicato.


 
I campi obbligatori sono contrassegnati *
 
Nome *
 
Email *
Commento
 
 
Avvisami se ci sono nuovi commenti, o semplicemente iscriviti